La mobilità elettrica nele strutture ricettive


Difficilmente si andrebbe in vacanza in una struttura che non abbia le camere climatizzate. Non avere i condizionatori, significherebbe perdere quote di mercato.

Oggi, allo stesso modo, si vede la mobilità elettrica da offrire ai clienti, come un plus o come un extra da pagare. O addirittura avere una colonnina di ricarica per le auto elettriche, oggi assomiglia ad un privilegio riservato ai villaggi di lusso.

Quello che oggi, sembra un plus a pagamento o un privilegio, domani sarà quasi obbligatorio averlo; per non perdere quote di mercato. Il turista attento, o chi viene da nazioni diverse dall'Italia, ormai è abituato ad un certo virtuosismo sui consumi energetici, che purtroppo non è, anche per noi, la normalità.

 colonnina ricarica auto
Ma lo diventerà fra qualche anno. Ed intanto? cosa facciamo? Attendiamo che TUTTI abbiano le bici elettriche da offrire ai clienti o che abbiano una colonnina di ricarica; per poi adeguarci alla massa?
In questo modo, sicuramente non riusciremo a far diventare queste cose un plus per la nostra azienda. Ed intanto, fino a quando non saranno uno standard, lasceremo ad altre strutture più lungimiranti, quella fetta di mercato (sempre più sostanziosa) che viaggi con mezzi elettrici.

Quindi? investire nella mobilià elettrica, conviene o no in una struttura ricettiva già da oggi? A voi le conclusioni.

Non perderti le nostre riflessioni sul turismo!!!
Iscriviti ora alla News Letter